Valpolicella

Ripasso DOC

 
Zona di produzione: vigneti di Sant’Ambrogio di Valpolicella – frazione Monte
Suolo: terreni collinari calcarei argillosi
Uvaggio: Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara
Raccolta: manuale con accurata selezione dei grappoli migliori
Vinificazione: il “metodo Ripasso” è una tecnica che si effettua mettendo in contatto il vino Valpolicella base con le vinacce residue dell’Amarone per circa 10-12 giorni. In questo periodo avviene una seconda fermentazione alcolica che regala al vino una maggiore struttura e rotondità
Affinamento: 2 anni in botti di rovere
Consumo: vino che si presta ad un medio invecchiamento, da bersi alla temperatura di servizio di 17-18°C

Il colore rosso rubino intenso illuminato da vibranti riflessi granati lascia intravedere la silhouette raffinata di questo vino che conquista l’olfatto con deliziose sensazioni di piccoli frutti rossi maturi, a cui fanno seguito eleganti note floreali di violetta e rosa rossa, e stuzzicanti ricordi speziati di noce moscata, pepe nero e chiodi di garofano. Al palato ha un incedere flessuoso in cui le sensazioni calde e alcoliche sono ben sostenute da un tannino morbido, da una grande freschezza e da una gustosa sapidità che invitano ad un nuovo sorso, in un finale fine e pulito in cui ritornano le sensazioni floreali.

Abbinamenti: questo vino, dotato di corpo ma anche di agilità, si presta ad abbinamenti diversi. Piacevole con una succosa costata ai ferri o con un roastbeef, il Valpolicella Ripasso sa accompagnare con eleganza anche piatti più complessi, come stufati e spezzatini, anche a base di selvaggina.